Ultima modifca 26 Ottobre 2020

Per l’avvio dell’esercizio delle Unità di Offerta Sociali è necessario presentare la Comunicazione Preventiva di Esercizio (CPE), così come previsto dalla Legge Regionale 3/2008 e ulteriormente specificato nel Decreto della Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale n. 1254/2010.

La CPE abilita l’Ente gestore ad intraprendere da subito l’attività dell’unità d’offerta, spostando la fase di vigilanza sulla verifica del servizio in esercizio. In ogni caso la Comunicazione comporta la responsabilità diretta ed esclusiva del gestore dell’unità d’offerta, in ragione di quanto dichiarato e autocertificato in sede di presentazione.

 La CPE deve essere presentata in caso di:

  • messa in esercizio di unità d’offerta afferenti alla rete sociale;
  • variazione della capacità ricettiva dell’unità d’offerta;
  • trasformazione di unità d’offerta esistenti;
  • trasferimento in altra sede di unità d’offerta esistenti;
  • cambiamento del soggetto gestore.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (D. Dirett 1254 del 2010)

NORMATIVA DI RIFERIMENTO  UNITA’  DI OFFERTA SOCIALE

MODULISTICA

  • modello Comunicazione Preventiva di Esercizio (CPE) – cliccare QUI
  • modello DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO DI NOTORIETÀ – cliccare QUI
  • modello FAC-SIMILE AUTODICHIARAZIONE REQUISITI SOGGETTIVI (Certificato Penale  – Certificato Antimafia)

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA CPE

La CPE con i relativi allegati può essere presentata direttamente a:

Ufficio Unico Ambiti Territoriali Carate-Desio-Monza-Seregno
c/o Consorzio Desio Brianza
Via Lombardia n. 59 – 20832 Desio

oppure inviata con posta certificata all’indirizzo ufficiounico@pec.codebri.mb.it o tramite raccomandata.

Copia per conoscenza della sola CPE (ESCLUSA LA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA) deve essere trasmessa anche alla ATS-Brianza UO – Vigilanza e Controlli – Viale Elvezia n. 2 – 20900 Monza.

Ad eccezione della protocollazione della CPE da parte dell’Ufficio Unico e dell’esito di vigilanza da parte dell’ATS, la CPE non necessita di alcun atto formale di autorizzazione o assenso da parte del Comune di ubicazione del servizio.