L’Assemblea dei Soci del 28 maggio ha approvato l’ingresso del Comune di Limbiate nell’Azienda Speciale Consortile a partire dal 1 giugno 2020.
Da diversi anni l’Azienda Speciale Consortile eroga servizi associati oltre che per i Comuni di Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Desio, Muggiò, Nova Milanese, Varedo, anche per il Comune di Limbiate – in quanto dal 2010 è stato inglobato nell’Ambito Sociale di Desio.

I servizi sono:

  • Servizio Affidi
  • Spazio Neutro
  • Ufficio Unico per la messa in esercizio e l’accreditamento delle Unità di Offerta Sociali
  • Servizi contro la povertà (SIA/REI/RdC)
  • Servizio di protezione giuridica
  • Agenzia SistemAbitare
  • Sportello Home care Premium dell’Inps
  • Ufficio Progetti Interambito

In considerazione dell’utilizzo dei Servizi dell’Azienda in più occasioni è emersa la necessità di coinvolgere nella compagine societaria il Comune di Limbiate.
Dopo diversi anni di discussione e di trattative finalmente il 10 febbraio il Comune di Limbiate ha deliberato la richiesta di ingresso all’Azienda Speciale, i sei Comuni Soci – con delibera del Consiglio Comunale – hanno accettato la richiesta del Comune di Limbiate e, a conclusione di un lungo cammino, il 28 Maggio hanno approvato l’ingresso a partire dal 1 giugno 2020.

Con l’ingresso del Comune di Limbiate l’Azienda Speciale allarga il proprio bacino d’utenza a 190.000 abitanti, pari al 22% del totale della popolazione della Provincia di Monza e Brianza, diventando la più grande azienda sociale del territorio.
Per l’Azienda l’allargamento al Comune di Limbiate significa diventare l’unico soggetto pubblico gestore di servizi sociali dell’ambito, proponendosi sempre più a diventare Ente strumentale per l’ambito assumendo un ruolo più proattivo nella gestione dei Servizi associati e degli interventi del Piano di Zona sociale.

Il presidente Giuseppe Lissoni ha commentato l’ingresso del Comune di Limbiate: “ per il Consorzio Desio-Brianza l’ingresso del Comune di Limbiate rappresenta il punto di partenza al fine di poter dare sempre maggiori servizi ai Comuni Soci in modo efficiente ed efficace. Il nostro obiettivo è produrre per i Comuni servizi sostenibili economicamente e che rispondano ai bisogni del territorio. Anche in un momento molto difficile come questo il Consorzio ha saputo rimodulare i servizi diurni per disabili avviando percorsi personalizzati per i nostri utenti ed ha offerto ai cittadini dell’Ambito di Desio il servizio di consulenza telefonica Psicolica, ha inoltre collaborato per la gestione della consegna biancheria per i malati ci Covid e ha supportato i Comuni Soci per il bando Famiglia delle Regione e per i Buoni Alimentari della Protesione Civile.
Io ed il Direttore Generale abbiamo partecipato a tutti i Consigli Comunali e siamo contenti che l’ingresso del Comune di Limbiate in Azienda non abbia avuto un solo voto sfavorevole. Tutti i Consigli Comunali dei sette Comuni – di qualsiasi orientamento politico – hanno riconosciuto il valore del Consorzio e questo ci stimola sempre di più a far meglio.”

Il presidente dell’Assemblea dei Soci, Assessore alle politiche sociali del Comune di Varedo ha aggiunto: “Dopo molti anni entra un nuovo Comune nella nostra Azienda Speciale e questo è un grande risultato. Questo risultato è soprattutto merito dei Comuni fondatori che hanno di fatto tolto dallo Statuto e dalla Convenzione ogni barriera di entrata. Anzi, con la modifica dell’art. 5, i Comuni fondatori hanno ulteriormente agevolato nuovi ingressi prevedendo per i primi tre anni una quota associativa agevolata. Ora spetta ai Comuni approvare un nuovo Piano di Sviluppo tenendo conto della nuova composizione societaria. Ringrazio tutti i Sindaci, gli Assessori i Dirigenti e responsabili di tutti e sette i Comuni per il lavoro svolto e per aver tutti insieme raggiunto questo importante risultato”